mercoledì 20 aprile 2011

Il sole della sera e... piove.

“EPPURE, per quanto indubitabilmente sia meravigliosa la luce della sera, c’è qualcosa che ancora riesce ad essere più BELLO della luce della sera, ed è per la precisione quando – per incomprensibili giochi di correnti, scherzi di venti, bizzarrie del cielo, sgarbi reciproci di nubi difettose, e circostanze fortuite a decine, una vera collezione di casi e di assurdi - quando, in quella luce IRRIPETIBILE che è la luce della sera, inopinatamente PIOVE...

C’è il sole, il sole della sera, e... piove.

Quello è il massimo.

E non c’è uomo per quanto limitato dal dolore o sfinito dall'ansia, che di fronte a un’assurdità del genere non senta da qualche parte rigirarsi un’irrefrenabile voglia di RIDERE. Poi magari NON ride, veramente, ma se solo il mondo fosse un sospiro più clemente, riuscirebbe a ridere...

Un’emozione.

Tanto che tra TUTTE le cose che poi finiscono per dare una giustificazione a questa altrimenti ridicola abitudine di vivere, certo figura anche questa, in cima alle più nitide, alle più pulite: ESSERCI, quando in quella luce irripetibile che è la luce della sera, inopinatamente, PIOVE.

Almeno una volta... esserci.”

"...gocce di pioggia calde sulla sabbia amore, amore mio questa passione, passata come fame ad un leone dopo che ha divorato la sua preda, ha abbandonato le ossa agli avvoltoi tu non ricordi ma eravamo noi noi due abbracciati fermi nella pioggia mentre tutti correvano al riparo e il nostro amore è polvere da sparo il tuono è solo un battito di cuore e il lampo illumina senza rumore e la mia pelle è carta bianca per il tuo racconto ma scrivi TU la fine io sono pronto..."

18° Perlina
Cade la pioggia - Negramaro

venerdì 8 aprile 2011

Bloggare o non Bloggare...

… questo è il problema: se sia più nobile d'animo sopportare gli OLTRAGGI, i sassi e i dardi DELL'INIQUA fortuna, o PRENDER l'armi...

Ok..ok, volo basso ...
Ma il problema c’è… e rimane!!

Ho letto con piacere i vostri consigli (per i quali ringrazio e bacio tutti uno per uno!), e seguito i più disparati suggerimenti, tipo il decalogo di Margaret Atwood: ho fatto passeggiate, ho fatto il bucato, mi sono messa a stirare e a piantate dei chiodi, ho letto TRE libri, ho mangiato cioccolato (taaaanto!), parlato in TERZA persona, poi in SECONDA, poi in Plurale maiestatis come il divino Otelma!

N I E N T E ! Perché???
Eppure questo Blog mi piace! mi SOMIGLIA così tanto!:

C'è una farfalla. Adoro le farfalle, la loro libertà, la loro delicatezza, i loro colori e tutto ciò che RAPPRESENTANO: la rinascita, il cambiamento, la trasformazione...

Ci sono citazioni e congiuntivi sbagliati.
Frasi dei libri.
Canzoni… rigorose colonne sonore di ogni post.
Ci sono argomenti SERI e scemenze.
Immagini, foto.

C'è quello che mi circonda.
Ci sono le MIE emozioni. Intense. Estreme.

Ci sono MESSAGGI in bottiglia. Le MIE parole.
Tante parole.
Troppe?
Poche?
Senza senso? ANCHE.
Comunque ci sono… o… almeno c’erano fino a poco tempo fa.

La colpa ve l’ho già detto, è di.. Marzo! Sul serio!… di Marzo. E della primavera. Del Mandorlo in fiore. Degli asparagi. Dei compleanni, degli anniversari e dei NON anniversari!

Ma.. Marzo è passato, avete ragione… allora ora potrei dare la colpa al lavoro! Agli impegni o… alla LUNA, lo diceva Shakespeare, no? “È tutta colpa della luna, quando si avvicina troppo alla terra fa impazzire tutti” . E proprio il 19 marzo scorso la luna è stata vicinissima alla terra!! Così vicina non succedeva dal ’92! Sarò impazzita…

O forse è solo pigrizia? O Paura? Timore di essere FRAINTESA? giudicata.. non capita?
ANSIA da confronto?
Paura di dover uscire dalla bolla di cristallo ed INTERAGIRE? Socializzare? Sono un A.A.A. era solo questione di tempo il “darsi alla macchia”.


ORA. Dice il poeta che l’ispirazione NON va aspettata ma inseguita con un bastone. Ed io sono stanca di aspettare. Dove voglio andare a parare? Non lo so, come al solito ho la coerenza stilistica di una colata lavica. Ma fino qui ho scritto 381 parole. E per me è già un gran bel risultato!

Buona vita a tutti!

P.S.
Questo è il consiglio più bello che ho trovato in rete:
Trucchi e consigli per superare crisi creative: 
(A volte può essere utile anche un pappagallo sulla spalla). Prova a metterti a testa in giù, con una brocca d’acqua in equilibro sui piedi e una mela (o un’arancia) in bocca. Questo NON servirà a superare la crisi creativa (per quanto, forse, aumentare la pressione sanguigna nel cervello potrebbe contribuire alla nascita di NUOVE idee), ma se riesci a restare in QUESTA posizione assurda anche per un SOLO secondo allora FORSE hai trovato il tuo vero talento e puoi finalmente lasciar perdere il problema del “blocco dello scrittore”. :)

17° Perlina
Claudio Baglioni - Io sono qui

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...