Pages

lunedì 22 maggio 2017

Il più banalizzante errore interpretativo che io conosca è quello di considerare gli sbagli compiuti nella vita di relazione - quelli che finiscono per renderci infelici e incompleti - come l'esito dell'aver “seguito il cuore” anziché la testa, intendendo con questo l'essersi esposti sconsideratamente ad una certa dose di letteraria, inevitabile fallibilità.
In realtà, se facciamo degli sbagli, non abbiamo realmente seguito il cuore, ma, ottusamente, il frastuono generato da qualche complesso che ci condiziona o da qualche mancanza che ci chiede di essere risolta, entrambi ben nascosti dietro il comodo inganno della cosiddetta passione.
Quando invece compiamo la scelta giusta non è certo perché abbiamo usato la testa, ma al contrario proprio perché abbiamo ascoltato il cuore, che non urla né costringe, che è intelligentissimo e ci consiglia da subito ciò che è giusto, ma in cambio chiede coraggio, e, soprattutto, lo chiede sempre sottovoce.

Nino.
Buona vita.
LaToniDuePuntoZero


0 Riflessioni: :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...