martedì 16 novembre 2010

Buoni o Cattivi?

Un'altra bella domanda, VERO?
Un po’ scomoda direi.. ci si potrebbe discutere per mesi e mesi. Da Kant a Rousseu a Hobbes, per secoli filosofi, pensatori e anche scienziati si sono interrogati su questo dilemma e NON hanno trovato risposte!

Buoni o Cattivi… ma… secondo CHI?
Egoisti o Altruisti... ma… rispetto a CHE COSA?

Bontà.. Cattiveria..  È un po’ come dire “Normalità”. La parola che più mi fa inc***are! NORMALE!
Sei invitata ad una serata. Non conosci bene tutto l’ambaradan e domandi a chi invece lo conosce e lo frequenta: “Senti.. ma…come bisogna vestirsi?” e la risposta è: “ma, NORMAAAALEEE!”

Normaaaaleeee! Ma che cappero significa “NORMALE????” Per ME normale significa jeans felpa e Timberland! Per TE normale significa Tailleur, filo di perle e decolletè! Ne vogliamo parlare?????

OK. Sto divagando e sono anche un po’ polemica, lo so! ma domenica l’Inter ha perso il derby e mi girano le scatole! Ecco!

Ritornando a noi, ma chi ci ha “donato” questa bella capacità di dare un giudizio ai comportamenti degli altri individui?
In base a che COSA possiamo dire che un'azione umana è BUONA o CATTIVA?

Nel corso della storia, l'umanità ha sviluppato culture che permettono di formulare giudizi morali su cosa sia bene e cosa sia male. Il problema, PERO', è che talvolta ciò che è bene per qualcuno non lo è per qualcun altro e un gesto può essere buono o cattivo a seconda dei punti di vista e delle circostanze.

Mi spiego con un esempio stupido. Un uomo che uccide un'altra persona è indubbiamente “cattivo”, giusto?
Ma se vi dicessi che la persona uccisa aveva a sua volta ucciso il figlioletto di quell'uomo, la vostra valutazione cambierebbe?
Certo che cambierebbe! Non raccontate ca**ate!
Quell’uomo non è poi più così cattivo, vero?
Addirittura la persona uccisa di cui prima avevamo così compassione adesso ci appare essa stessa cattiva…vero?

Cercando di sorvolare sui tratti metafisici della questione, e tralasciando tutta la serie di ulteriori questioni che tale dilemma naturalmente farebbe scaturire… possiamo dire che tutto è relativo, tutto dipende dalla cultura, dalle tradizioni, dalla vita, dalla fortuna, dalla sfiga, dalla struttura sociale in cui un individuo cresce, dalle circostanze, dal fine, dalle intenzioni, ed è sempre in relazione ai canoni di qualcuno, alla MEDIA dei pareri delle persone, delle convinzioni della MAGGIORANZA? Certo che si può dire. Ed Io, OGGI, (grazie anche a Benitez e Matrix) sono cinicamente d’accordo!

E addirittura se per polemizzare ancora dicessi che spesso, MOLTO spesso ciò che ci spinge a compiere un’azione è la paura, la sopravvivenza, se non ADDIRITTURA l'egoismo? Che ogni singola cosa che facciamo, la facciamo per un nostro tornaconto personale? 

L’ho letto qualche mese fa nel libro di quel pazzo furioso di A.De Mello “Messaggio per un’aquila che si crede un pollo”. De Mello parla di messinscena della carità. Dice che in realtà la carità non è nient'altro che interesse personale mascherato da altruismo. Fare del bene per sentirsi bene. Il tipo di egoismo più raffinato, il più pericoloso, perché finisce per farci sentire davvero eccezionali. 

Dai 5 euro a quello zingarello che fa l’elemosina: ti sentirai in pace con la tua coscienza, ti sentirai una persona migliore, sarai convinto di aver fatto qualcosa di buono e di giusto. CERTO!! L’hai fatta la buona azione. SI!! Nessuno dice il contrario.

Che tenerezza quello zingarello, vero? sei convinto che sia un gesto così buono dargli quei 5 euro, sei convinto che se passi avanti e non gli dai almeno un euro ti sentirai fottutamente cattiva, la tua coscienza non ti darebbe pace (dai! Esageriamo un pochino!), tu gli dai 5 euro, 2 euro, un euro e ti senti migliore.
Hai forse agito per bontà? Forse! Oppure hai agito per sentirti meglio con te stesso????

Quindi
E con questo?
NIENTE! Non c’è conclusione! Tutto lascia il tempo che trova, ma tutto vuole ribadir ancora una volta che  indagare sulle ragioni, sulla natura umana potrebbe far bene. Potrebbe servire a capirsi, potrebbe servire a capire.

Non mi ricordo neanche più dove volevo arrivare!
Ero partita con l'intento di chiedervi se è vero che le brave ragazze vanno in paradiso e le cattive... DAPPERTUTTO! E invece sono arrivata a parlare di dualismo! Che scoria! :(
Ve l’ho già detto che mi girano le scatole per il derby di domenica sera??  
A questo punto spero per voi che domenica prossima l'Inter vinca, altrimenti il mio prossimo post potrebbe parlare delle leggi del CAOS che regolano la natura!!!  

MMMM... Perchè NO? NON è forse un argomento NORMAAAALE??????

Buoni o cattivi - Vasco Rossi

0 Riflessioni: :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...