lunedì 31 gennaio 2011

Non è più terra, non è ancora mare

Sai cos’è bello, QUI?
Guarda: noi camminiamo, lasciamo tutte quelle orme sulla sabbia, e loro restano lì, precise, ordinate.
Ma domani ti alzerai, guarderai questa grande spiaggia e non ci sarà più NULLA, un’orma, un segno qualsiasi, NIENTE.

Il mare CANCELLA, di notte.
La marea NASCONDE.

E’ come SE non fosse MAI passato nessuno. E’ come se noi non fossimo mai esistiti.
Se c’è un luogo, al mondo, in cui puoi pensare di essere nulla, quel luogo è QUI.

Non è più terra, non è ancora mare.
Non è vita falsa, non è vita vera.
E’ tempo. Tempo che passa. E basta.

Sarebbe un rifugio perfetto. Invisibili a qualsiasi nemico. SOSPESI. Bianchi come i quadri di Plasson.
Impercettibili anche a se stessi.
Ma c’è qualcosa che incrina questo purgatorio. Ed è qualcosa da cui non puoi scappare.
Il mare.
Il mare incanta, il mare uccide, commuove, spaventa, fa anche ridere, alle volte, sparisce, ogni tanto, si traveste da lago, oppure costruisce tempeste, divora navi, regala ricchezze, non dà risposte, è saggio, è dolce, è potente, è imprevedibile.

Ma soprattutto, il mare chiama. Lo scoprirai.
Non fa altro, in fondo, che questo: CHIAMARE.
Non smette mai, ti entra dentro, ce l’hai addosso, è te che vuole.
Puoi anche far finta di niente, ma non serve.
Continuerà a chiamarti.

Questo mare che vedi e tutti gli altri che non vedrai, ma che ci saranno, SEMPRE, in agguato, pazienti, un passo oltre la tua vita. Instancabilmente, li sentirai chiamare.
Succede in questo purgatorio di sabbia. Succederebbe in qualsiasi paradiso, e in qualsiasi inferno.

Senza spiegare nulla, senza dirti dove, ci sarà sempre un mare, che ti chiamerà...

9° Perlina

Io dal mare - Claudio Baglioni

20 commenti :

  1. Cara Toni,
    il mare è tutto ciò che riusciamo a trasmettergli e ci restituisce solo quello che gli diamo... E' la sostanza di tutte le forme.

    RispondiElimina
  2. @enrica
    come è vero...
    il mare: la sostanza i tutte le forme...

    RispondiElimina
  3. Mare affrontato da naviganti e marinai impavidi che ha mostrato, ha chi ha voluto vedere, cose riservate soltanto a loro.

    Ma non si puo girare sempre nel mare: bisogna sempre attraccare da qualche parte, o si finiscono presto le scorte di cibo!

    RispondiElimina
  4. nata e cresciuta in un posto di mare, ovviamente ce l'ho dentro e ne soffro la mancanza. Quando ero piccola, sognavo di trovare una bottiglia con dentro un messaggio. Siccome non succedeva mai nulla, mio padre mi propose di scriverne uno noi. Sto ancora aspettando, ma mi piace pensare che prima o poi...

    RispondiElimina
  5. @Lorenzo
    già.. altrimenti si finisce come Danny Boodman T.D. Lemon in Novecento...
    "Non scenderò dalla nave. Al massimo, posso scendere dalla mia vita. In fin dei conti, io non esisto nemmeno..."

    RispondiElimina
  6. @TuristadiMestiere
    Ogni estate, da bambina io e mio zio consegnavamo un messaggio in bottiglia al mare...lo lasciavamo in balia delle onde: una promessa, una dichiarazione d'amore, una frase, una preghiera, un consiglio, sicura che prima o poi sarebbero arrivati a qualcuno che ne aveva bisogno... e ci credo ancora...

    RispondiElimina
  7. Ciao! nuova lettrice... che bello il tuo blog! L'azzurro e il blu sono i miei colori preferiti... e il mare, bé.. io adoro il mare! quando nuoto mi sento libera.... :) complimenti per le bellissime parole!

    RispondiElimina
  8. ps. ho letto la lista delle cose che ami... ti dico solo che anche io amo alla follia il karate, la filosofia orientale e mangiare cinese! :D eh eh... che belle le coincidenze!

    RispondiElimina
  9. @Giulia Giarola
    Grazie mille per i complimenti! Sei carinissima! E il tuo blog è davvero "Ganzo"! A presto! ciao, anzi... OSS!! ^_^

    @Occhi di Notte
    Grazie! e complimenti davvero per il tuo Blog!
    A presto!

    RispondiElimina
  10. Non so perché, ma non ho mai amato particolarmente il mare. Il mare in sè. Mi piace stare al mare. Ma per quello che c'è attorno: un chiosco dove bere una coca ghiacciata (con fetta di limone), una spiaggia con tanta ombra, una pista ciclabile dove rilassarsi in bici, un ombrellone dove divorarsi le letture che la routine quotidiana ti inibisce, la sabbia. Ecco, la sabbia mi ispira più dell'indefinibilità del mare. La guardi, sta lì, ferma. Innocua. O almeno sembra. Ma se vuole ti fa imbestialire più di un vicino di casa: ti sporca, ti si insinua tra le dita dei piedi e te la ritrovi a letto anche di notte, ti blocca tutto (il famoso granello che stoppa ogni ingranaggio).
    Sarà che non amo il sale, sarà che mi ispira molto più la montagna. Ma è difficile che il mare riesca a ossigenarmi la testa come quegli istanti in cui, a 2000 metri, osservi le Dolomiti che ti guardano. E ascolti il silenzio, così ricco di colori, di sensazioni, così poco monotono, come può sembrare il ritmico ripetersi delle onde...
    Forse è proprio vero che il mare nasconde. Per ora, mi ha nascosto tanto (anche se le parole di Antonella hanno un che di "rivelatrice"). Anche quel chiamarmi... che ancora non ho sentito... Ma che magari prima o poi ci sarà...

    RispondiElimina
  11. Se non fossimo sordi alla voce del Mare
    potremmo ascoltare…
    Il Mare di Ulisse e di Colombo.
    In una conchiglia dove la voce grida più forte
    la speranza di un mondo migliore.
    In una notte ricca di stelle,
    il Mare entrò nelle parole degli innamorati,
    e là che annegano tutti i miei pensieri,
    è là che si perde lo sguardo.
    Il Mare scoperto, il Mare sconosciuto
    proprio come la tua anima.
    Generoso ed impetuoso è il Mare,
    com'è la libertà.
    In una canzone è specchio della vita,
    il Mare che ha lo stesso sapore del tuo pianto.
    Il Mare sinonimo di pace.
    Il Mare…il Mare troppo grande per una penna.

    Sergio Guarino

    RispondiElimina
  12. Non abbiamo ancora mai parlato ... però mi piace il tuo blog e di cosa parli quindi ti ho assegnato un premio, :P passa a trovarmi :P

    buona giornata

    RispondiElimina
  13. Nice song...I like it!

    Have a nice day
    Tom

    RispondiElimina
  14. @La Toni
    Molto belle le parole di questa poesia

    RispondiElimina
  15. @Francescast.84
    Grazie! Ricevere il premio da una delle mie Blogger preferite è un vero onore!

    RispondiElimina
  16. @Tom
    Thanks Tom!
    Have a nice day too!
    See you soon

    @Paolo
    é vero, sono parole molto belle

    RispondiElimina
  17. Ognuno di noi é mare.
    E non c'è mare che non abbia sempre sete.

    RispondiElimina
  18. @cosimo
    Hai proprio ragione... "..vengono le vertigini a guardarci dentro..."

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...